Home arrow News arrow Latest arrow Martedì 20 Giugno - I Concerti di Primavera 2017 - Cinzia Bartoli

Casa della Musica | Wednesday 18 October 2017
Struttura
Servizio Casa della Musica
Amministrazione trasparente
La sede
Uffici e Persone
Info
Servizi
Biblioteca Mediateca
Archivio Teatro Regio
Museo dell'Opera
Museo Arturo Toscanini
Casa del Suono
Laboratorio di Elettroacustica (Label)
Attività
Didattica
Parlare di Musica (LaDiMus)
I Concerti della Casa della Musica
Masterclass e Workshop
Quelle sere al Regio ...
Traiettorie
Mostre
Convegni
Libri e CD
Voci parallele
Concerti sotto le stelle
Children's Corner
Concerti aperitivo
Cinema alla Casa della Musica
Link
Link Casa della Musica
News
 
 
 
Martedì 20 Giugno - I Concerti di Primavera 2017 - Cinzia Bartoli PDF Stampa E-mail

Cinzia BartoliMartedì 20 giugno alle ore 21 la Casa della Musica ospiterà Cinzia Bartoli al pianoforte con il raffinato da Chopin a Piazzolla, cuore che batte, nell’ambito della Rassegna I Concerti di Primavera 2017, in collaborazione con il Circolo Ferruccio Busoni. L’evento, inserito fra le manifestazioni celebrative dei 2200 dalla Fondazione della Città di Parma, è realizzato con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica, del Comune di Rubiera, della Fondazione MonteParma, oltre a realtà economiche private.

La Rassegna, giunta alla X Edizione, è un’articolata manifestazione musicale incentrata sui grandi compositori, comporta quattro appuntamenti presso la Casa della Musica, con la partecipazione di giovani talenti internazionali. Il quarto ed ultimo concerto, in attesa dell’evento finale a Villa Malenchini il 7 luglio prossimo, è fissato per martedì 20 giugno con inizio alle ore 21 e prevede tre suggestivi  momenti musicali dedicati Chopin, Ravel e Piazzolla.
Ad aprire la serata due mazurke del compositore polacco, l’op. 7 e 17. Con la prima Chopin inaugura il periodo di maturità espressiva e creativa di questa forma musicale di cui sarà il maggior esponente. In Chopin la danza assume caratteri più “urbani”, “centro-europei” diventando un pezzo non più “da ballare” ma “da ascoltare”. La Mazurka in la minore op. 17 n. 4 reca come sottotitolo "Il piccolo ebreo" perché ispirata alle musiche udite durante un matrimonio ebraico. Il pezzo ha una chiara derivazione slava nella melodia e nel ritmo e presenta molte ornamentazioni caratteristiche di una danza contadina. La forma è d'impianto classico: introduzione, prima parte, seconda parte, ripresa abbreviata della prima parte, coda. A seguire la ballata in sol minore op.23 e lo scherzo op.31.
Ravel con il trittico Gaspard de la nuit in apertura della seconda parte della serata. Il compositore francese ha voluto fornire, in questi brani, alla letteratura pianistica dei pezzi di un virtuosismo trascendente, che superassero in difficoltà l'lslamey di Balakirev, senza dimenticare l'esperienza lisztiana; la fantasia pianistica raveliana tocca le più audaci e spericolate combinazioni sonore, che servono ad esprimere figure clownesche e deformi riflesse «nell'estrema mobilità di un adattamento musicale dove tutte le battute piroettano, s'intersecano, si contraddicono e si confondono in un disordine apparente, mentre il loro insieme si ordina, in definitiva, in uno Scherzo di forma irreprensibile» (Cortot).

I celebri Oblivion e Libertango di Astor Piazzolla concluderanno la serata. Conosciuto nella sua terra natale come El Gran Astor o El Gato (il Gatto, per la sua abilità e ingegno), Astor Piazzolla è considerato tra i più importanti musicisti di tango della seconda metà del XX secolo. Fu una figura controversa nei confronti degli argentini, sia musicalmente che politicamente. Si dice che in Argentina tutto può cambiare tranne il tango, ma Piazzolla ha infranto questa regola. Oblivion è un Tango Nuevo complesso, introspettivo e struggente. La ricerca ritmica e melodica si esprime in questa composizione dove l'anima del Tango Argentino si riscopre nelle contaminazioni con altri ritmi, nella ricerca melodica con l'utilizzo di strumenti non legati alla tradizione Argentina. Dopo tutto la musica del Tango Argentino è nata e si è evoluta proprio così: con le combinazioni di ritmi di diverse provenienze e con la ricerca dei primi compositori e musicisti, in una nazione che riceveva migliaia di immigranti da diverse culture anche molto lontane tra loro.

Cinzia Bartoli
Nata a Savona, si è diplomata con il massimo dei voti presso il Conservatorio”N.Paganini”di Genova. Ha poi conseguito il Diplome Superieur d’enseignement presso l’Ecole Normale de Musique”Alfred Cortot”di Parigi sotto la guida di Jean Micault. Ha partecipato ai corsi di perfezionamento di P.Badura-Skoda e S.Askenase presso l’Accademia Musicale”O.Respighi”di Assisi. Dal 1986 al 1990 si è inoltre perfezionata con la Sig.ra Ilonka Deckers a Milano. Ha conseguito premi e riconoscimenti in vari concorsi nazionali ed internazionali. Ha tenuto concerti nelle più importanti città italiane. (Roma, Milano, Venezia, Palermo, Napoli, Bologna, Parma, Reggio-Emilia, Torino, Padova, Genova, Ancona, Firenze,etc….) Frequenti le sue tournèe all’estero che l’hanno portata ad esibirsi in 22 Paesi. Svolge intensa attività anche in formazioni cameristiche e con orchestra. Ha eseguito nel 1991 una serie di recital dedicati ai Concerti per piano ed orchestra. E’stabilmente invitata in Romania per concerti con le Orchestre di Cluj-Napoca,Satu-Mare,Craiova e Bacau. Ha recentemente svolto una importante tournée in Australia. Ha effettuato numerose registrazioni per la RAI  con programmi solistici. E’stata docente di Pianoforte nei Conservatori di Parma e La Spezia. E’regolarmente invitata, come membro di giuria, presso importanti concorsi di esecuzione musicale nazionali ed internazionali. Durante una recente tournée in Germania è stata definita dalla critica”straordinaria interprete di Ravel” (Rhein-Neckar.Heidelberg). Fondatrice e Presidente dell’Associazione Musicale ”DIONISO” di Savona, organizza da ventinove anni una stagione concertistica entrata nel novero delle più seguite ed importanti manifestazioni musicali nazionali. Nel 2003 si è esibita presso la Sala Sinopoli  al nuovo Auditorio Parco della Musica di Roma con l’orchestra regionale di Roma e del Lazio. Tiene regolarmente Master-class in Europa, Stati Uniti, Canada e Sud-America. E’ stata Docente di Pianoforte presso Arts Academy di Roma, l’Associazione Arca85 di Roma, Accademia Nova di Roma, Fondazione Alirio Diaz di Roma. E’ Professore associato presso l’accademia musicarteXXI di Buenos Aires. Ha appena effettuato una importante tournée in Brasile, Argentina ed Uruguay e Giappone, dove si è esibita presso importanti teatri riscuotendo un grande successo di pubblico e critica. E’regolarmente invitata come membro di giuria in concorsi Nazionali ed Internazionali.

Il Circolo didattico musicale Ferruccio Busoni è un’Associazione di cantanti e musicisti nata a Scandiano (Reggio Emilia) nel 2001, con lo scopo di diffondere la musica classica e la musica lirica. Organizza la manifestazione “I Concerti di Primavera” dal 2002 ed il Festival “Invito All’Opera” dal 2008; dal 2011 ha aperto la omonima scuola di musica presso la sede dell’Associazione, dal 2005 ha allestito e rappresentato circa 200 opere liriche con il sostegno di Istituzioni pubbliche e private.

Info e prenotazioni:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Ingresso € 10
Soci Coop € 8

Casa della Musica - P.le San Francesco, 1 (Parma), Tel.0521/031170, Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , www.lacasadellamusica.it

 
< Prec.   Pros. >
 
   
     

 
Fondazione CariParma Fondazione Monte di Parma
© 2017 Casa della Musica
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.