Home arrow News arrow Latest arrow Giovedì 27 luglio - America! Quando la musica scoprì il Nuovo Mondo

Casa della Musica | Tuesday 22 August 2017
Struttura
Servizio Casa della Musica
Amministrazione trasparente
La sede
Uffici e Persone
Info
Servizi
Biblioteca Mediateca
Archivio Teatro Regio
Museo dell'Opera
Museo Arturo Toscanini
Casa del Suono
Laboratorio di Elettroacustica (Label)
Attività
Didattica
Parlare di Musica (LaDiMus)
I Concerti della Casa della Musica
Masterclass e Workshop
Quelle sere al Regio ...
Traiettorie
Mostre
Convegni
Libri e CD
Voci parallele
Concerti sotto le stelle
Children's Corner
Concerti aperitivo
Cinema alla Casa della Musica
Link
Link Casa della Musica
News
 
 
 
Giovedì 27 luglio - America! Quando la musica scoprì il Nuovo Mondo PDF Stampa E-mail

Locandina eventoGiovedì 27 luglio alle ore 21, sempre all’interno del Cortile d’Onore della Casa della Musica, si terrà il secondo appuntamento musicale America! Quando la musica scopri il Nuovo Mondo, dedicato alla musica degli Stati Uniti dei primi decenni del ‘900. La serata ad ingresso gratuito , organizzata in collaborazione con l’Associazione Salotti Musicali Parmensi nell’ambito delle iniziative promosse dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica, vedrà la partecipazione di Marco Bronzi al violino, Marcello Mazzoni e Federico Nicoletta al pianoforte e pianoforte a 4 mani.

Dopo il grande successo della prima serata, dedicata alla lunga opera di contaminazione avvenuta nei primi decenni del ‘900 fra la musica dei neri americani, la musica colta europea, la tradizione yiddish degli ebrei di New York  e il jazz dei gitani francesi- vista principalmente dalla prospettiva dei compositori europei- in questo secondo appuntamento i musicisti attraverseranno l’Atlantico esplorando gli sviluppi della grande musica jazz “colta”  negli Stati Uniti. Questo viaggio offrirà l’opportunità di ascoltare  selezioni in versione cameristica di alcuni dei massimi capolavori di  George Gershwin tratti da Porgy and Bess, Leonard Bernstein con una selezione di brani da West Side Story, Aaron Copland con un brano tratto da Appalachian Spring, ed altri celebri brani.

Marco Bronzi, diplomato a Parma all’età di 18 anni col massimo dei voti ha poi  conseguito la laurea di II livello in musica da camera con 110, lode e menzione d’onore e si è  perfezionato alla Scuola di Musica di Fiesole – con borsa di studio quale miglior allievo dei corsi - e alla Rubin Academy di Tel Aviv con Yair Kless. Vincitore di diversi concorsi nazionali solistici e di musica da camera  ha intrapreso una brillante carriera che l’ha portato ad esibirsi in tutto il mondo in varie formazioni cameristiche e prestigiose orchestre sinfoniche sotto la direzione di alcuni fra i massimi direttori d’orchestra quali L. Maazel, Y. Temirkanov, R. Muti, R. .de Burgos, G..Pretre, Z., K..Masur e M.Rostropovich. E’ membro dei Solisti Veneti  e svolge attività cameristica in varie formazioni.  E’ il direttore artistico della rassegna Salotti Musicali Parmensi e docente di violino al Conservatorio “Claudio Monteverdi” di Bolzano.

Marcello Mazzoni, nato a Reggio Emilia, ottiene il diploma in pianoforte presso il Conservatorio "C. Monteverdi" di Bolzano. Prosegue l'iter all'Accademia di Imola, perfezionandosi per quattro anni con grandi concertisti ed insigni didatti. Ha suonato, in veste di solista con orchestra, in importanti sale, stagioni e festival in Italia, Russia, Austria, Germania, Cina e Singapore. Collabora con strumentisti di chiara fama tra cui Ughi, Huang, Manara, Martini, Fornaciari, Griminelli, Ganassi, Belli, Semchuk e Mandozzi. Suona abitualmente in qualità di solista con gruppi importanti quali l'Ensemble Berlin - I Solisti dei Berliner Philharmoniker, Camerata RCO Royal Concertgebouw Orchestra, I Virtuosi Italiani, Wiener Konzertvereinigung. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni discografiche: le ultime, per Limen music, con musiche di Liszt e Brahms. Da settembre 2013 è entrato a far parte della rinomata famiglia degli Artisti Steinway al fianco di miti quali Horowitz, Argerich e Pollini. È direttore artistico della stagione “Incontro alla Musica” (Teatro Cavallerizza, Reggio Emilia) e del Festival dei Pianisti Italiani (Chiostri di San Pietro, Reggio Emilia).

Federico Nicoletta, si dedica con grande passione alla musica da camera, collaborando con le prime parti delle orchestre di Teatro alla Scala, Accademia di Santa Cecilia, Opera di Roma, RAI, Teatro Regio di Torino, Orchestra della Svizzera Italiana, Berliner Philharmoniker, London Philharmonic Orchestra, Opéra de Paris e con musicisti ed artisti quali Giuffredi, Fagone, Baroni, Cuper, Daniels, Grossi, Kabaivanska, Lemper, Marasco, Morales, Persichilli, Ughi, Vignali e Zemtsov. Si è esibito da solista per il Maggio Musicale Fiorentino, con l’Orchestra Filarmonica “A. Toscanini”, al Festival MiTo, al Teatro alla Scala, al Bologna Festival, al 52° Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia, al Teatro Ponchielli di Cremona, al Teatro Bibiena di Mantova, all’Auditorium della RTSI-Radio Svizzera Italiana- Lugano e nella Cappella Paolina del Palazzo del Quirinale a Roma. Nel 2016 gli sono stati assegnati il 2° premio e il premio della critica, al Concorso pianistico internazionale “Rina Sala Gallo” di Monza.

 
< Prec.   Pros. >
 
   
     

 
Fondazione CariParma Fondazione Monte di Parma
© 2017 Casa della Musica
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.