Home arrow News arrow Latest arrow Luned́ 25 marzo 2019-Ensemble di fiati della Filarmonica Arturo Toscanini per #BeethovenExperience2

Casa della Musica | Saturday 20 April 2019
Struttura
Settore Casa della Musica
Amministrazione trasparente
La sede
Uffici e Persone
Info
Servizi
Biblioteca Mediateca
Archivio Teatro Regio
Museo dell'Opera
Museo Arturo Toscanini
Casa del Suono
Laboratorio di Elettroacustica (Label)
Attività
LE VOCI DELLA TERRA
PIZZETTI 2018
Didattica
I Concerti della Casa della Musica
Quelle sere al Regio ...
Traiettorie
Mostre
Convegni
Libri e CD
Voci parallele
Concerti sotto le stelle
Children's Corner
Cinema alla Casa della Musica
Link
Link Casa della Musica
News
 
 
 
Luned́ 25 marzo 2019-Ensemble di fiati della Filarmonica Arturo Toscanini per #BeethovenExperience2 PDF Stampa E-mail
filarmonica toscanini#BeethovenExperience2, la rassegna di musica da camera organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma - Casa della Musica di Parma in collaborazione con la Società dei Concerti di Parma, continua con il concerto di lunedì 25 marzo. Sul palco della Sala dei Concerti salirà l’Ensemble di fiati della Filarmonica Arturo Toscanini, in programma la Prima e la Settima sinfonia di Beethoven, due tappe significative nel disegno complessivo dell’evoluzione dell’arte compositiva del maestro di Bonn. In quest’occasione verranno presentate le riletture sinfoniche ideate da Georg Schmitt, maestro di cappella alla corte del principe Federico Augusto Carlo di Hohenlohe-Öhringen.

La Sinfonia n.1 in do maggiore op.21 fu composta qualche anno prima della crisi determinata dalla progressiva perdita dell'udito. Fino a questo momento Beethoven aveva perlustrato i principali generi strumentali, ad eccezione della sinfonia e del quartetto d'archi, ambiti nei quali Haydn aveva già raggiunto vette tra le più significative della sua produzione. Così quando Beethoven iniziò a confrontarsi con il genere sinfonico, fece propria la lezione di Haydn e Mozart pur mantenendo una sua personale originalità. Sandu Nagy, Andrea Oman (flauti), Gian Piero Fortini, Diego Merisi (oboi), Daniele Titti, Miriam Caldarini (clarinetti), Davide Fumagalli, Fabio Alasia (fagotti), Ettore Contavalli, Simona Carrara (corni), Antonio Bonatti (contrabbasso).

Quando Beethoven compose la sua Sinfonia n.7 in la maggiore op.92, tra il 1811 e l’anno successivo, la sordità aveva già messo fine alla sua carriera concertistica, sebbene continuasse ad esibirsi in privato per amici. Distante dai tratti specifici che marcano le pagine sinfoniche precedenti – dalla “Eroica”, alla “Pastorale” – quest’opera ci restituisce un tratto compositivo dalla sottigliezza ispirata, idealmente intrisa di una rinnovata e armonica sintonia del compositore nei confronti del mondo. Gli ensemble di fiati erano diffusi in gran parte dell'Europa tra la seconda metà del Settecento e la prima metà del secolo successivo, impiegati nei salotti di rappresentanza e come alternativa più economica a un'orchestra vera e propria. Gian Piero Fortini, Diego Merisi (oboi), Daniele Titti, Miriam Caldarini (clarinetti), Davide Fumagalli, Fabio Alasia (fagotti), Ettore Contavalli, Simona Carrara (corni), Antonio Bonatti (contrabbasso).

La Filarmonica Arturo Toscanini è una delle più importanti orchestre sinfoniche italiane. Si è esibita sotto la guida di direttori quali Lorin Maazel, Kurt Masur, Zubin Mehta, Georges Prêtre, Mstislav Rostropovich, Jeffrey Tate e Yuri Temirkanov, esibendosi nelle maggiori sale da concerto internazionali a Washington, New York, Parigi, Madrid, Barcellona, Amburgo, Mosca, Lucerna, Budapest, Bucarest, Varsavia, Gerusalemme, Tel Aviv, Tokyo, Pechino. Tra i numerosi solisti con i quali la Filarmonica ha collaborato figurano: Salvatore Accardo, Ramin Bahrami, Stefano Bollani, Jan Bostridge, Mario Brunello, Isabelle Faust, Paolo Fresu, Diego Florez, Natalia Gutman, Steven Isserlis, Ton Koopman, Sergej Krylov, Ute Lemper, Misha Maisky, Shlomo Mintz, Ivo Pogorelich, Uto Ughi, Jean-Yves Thibaudet, Maxim Vengerov. Il giovane direttore inglese Alpesh Chauhan è stato nominato Direttore principale dell’orchestra a partire da settembre 2017.

#BeethovEnexperience2 è realizzata in collaborazione con Sinapsi Group, Ilger.com, My English School, Parma Marathon, Skidata Italia, Cedacri, Data System. Partner artistici: Accademia Verdiana, Fondazione Arturo Toscanini e Coro dell’Accademia di Pescara. Partner tecnico: Osteria Rangon.

Biglietti (intero: € 15; ridotto Over 60 e Under 30: € 13; ridotto soci: € 10; ridottissimo studenti € 5) In vendita online su www.liveticket.it/societaconcertiparma, oppure il giorno del concerto, dalle ore 19.30, presso la reception della Casa della Musica.

Per informazioni:
Società dei Concerti di Parma
0521-572600 - Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - www.societaconcertiparma.com

 
< Prec.   Pros. >
 
   
     

 
Fondazione CariParma Fondazione Monte di Parma
© 2019 Casa della Musica
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.