Casa della Musica | Friday 24 November 2017
Struttura
Servizio Casa della Musica
Amministrazione trasparente
La sede
Uffici e Persone
Info
Servizi
Biblioteca Mediateca
Archivio Teatro Regio
Museo dell'Opera
Museo Arturo Toscanini
Casa del Suono
Laboratorio di Elettroacustica (Label)
Attivitą
Didattica
I Concerti della Casa della Musica
Masterclass e Workshop
Quelle sere al Regio ...
Traiettorie
Mostre
Convegni
Libri e CD
Voci parallele
Concerti sotto le stelle
Children's Corner
Concerti aperitivo
Cinema alla Casa della Musica
Link
Link Casa della Musica
News
 
 
 
I concerti sotto le stelle della Casa della Musica Ed. 2009 PDF Stampa E-mail

 “I concerti sotto le stelle della Casa della Musica”: riprende anche quest’anno la preziosa rassegna cameristica nel Cortile d’Onore di Palazzo Cusani, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, dall’Istituzione Casa della Musica e dalla Società dei Concerti Solares Fondazione delle Arti con il sostegno di Fondazione Monte di Parma. 

L’edizione 2009 - affidata alla direzione artistica di Giampaolo Bandini, responsabile area musica di Solares - si aprirà mercoledì 24 giugno alle ore 21.15 con il prestigioso concerto di Joaquin Palomares (violino) e Bruno Canino (pianoforte) che interpreteranno brani di Rodrigo, Turina, Sarasate e Toldrá. 

La rassegna, che si svolge in collaborazione con Astoria Residence Hotel e Osteria Rangon, proseguirà con altri quattro concerti tenuti da solisti di livello internazionale: in programma un ampio repertorio musicale da Schumann a Ligeti, da Liszt a Šostakovič, da Rachmaninov a Copland, da Tartini a Vivaldi, da Scarlatti a de Falla e oltre. Un abile quanto raffinato “mix” di proposte qualitativamente elevate per un’estate nel segno della grande musica.


PROGRAMMA


Mercoledì 24 giugno, ore 21.15

Joaquín Palomares, violino
Bruno Canino, pianoforte

Turina, Sonata n. 1, op. 51
Toldrà, Tres Sonets
Rodrigo, Sonata Pimpante per violino e pianoforte
de Sarasate, Romanza Andaluza, Jota Navarra, op. 22 n. 2


Mercoledì 1 luglio, ore 21.15

Mirco Ceci, pianoforte

Schumann, Sonata in sol minore op. 22
Ligeti, 2 Studi
Liszt, Sonata in si minore


Martedì 7 luglio, ore 21.15

Trio Operacento
Silvia Mazzon (violino), Antonino Puliafito (violoncello),
Francesca Sperandeo (pianoforte)

Rachmaninov, Trio n. 1 “Elegiaco”
Pärt, Mozart-Adagio
Copland, Vitebsk - Variazioni su un tema ebraico
Šostakovič, Trio op. 67


Mercoledì 15 luglio, ore 21.15

Orchestra da camera “I Musici di Vivaldi”
Violini: Glauco Bertagnin, Pierino Juvarra, Matteo Ruffo
Viola: Stefano Zanchetta
Violoncello: Marco Perini
Contrabbasso: Gabriele Raggianti
Clavicembalo: Simone Pagani

Claudi Arimany, flauto

Geminiani, “La Follia” per archi
Tartini, Concerto per violino
Vivaldi, Concerto per flauto, violino, archi e basso continuo RV517
Vivaldi, Concerto per flauto, violino, archi e basso continuo RV509
Platti, Concerto per flauto, archi e basso continuo
Vivaldi , Concerto per flauto, violino, archi e bassocontinuo RV514


Martedì 21 luglio, ore 21.15

Stuttgarter Gitarren Duo
Julia Hechler e Christian Zielinski, chitarre

Musiche di Scarlatti, de Falla, Françaix, Castelnuovo - Tedesco


INTERPRETI

Joaquin Palomares, violinista di prestigio internazionale, è stato definito “solista di tecnica superlativa, dal suono potente e incisivo, che impone in ogni momento la legge indiscutibile del virtuoso” (El Pais), e “poeta- virtuoso con temperamento latino” (Stuttgarter Zeitung). Palomares ha debuttato a 15 anni con il famoso Concerto per violino di Beethoven e da allora ha ottenuti straordinari successi in tutto il mondo, conquistandosi la fama di maggior violinista spagnolo oggi in attività. Ha suonato nelle più importanti sale da concerto internazionali con direttori del calibro di Maazel e Jurowski. Fitta l’attività discografica; di rilievo anche l’impegno come docente nei Conservatori di Barcellona e della Murcia (Spagna) e nel Conservatoire Royal de Musique de Bruxelles (Belgio).

Bruno Canino, riconosciuto come uno dei più importanti pianisti di musica da camera del mondo, ha insegnato pianoforte per 24 anni al Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Si è esibito nelle maggiori sale da concerto di Europa, America, Australia, Giappone e Cina. Per più di 40 anni ha suonato in duo con il pianista Antonio Ballista e per 30 anni con il Trio di Milano. Canino collabora regolarmente con grandi artisti quali Salvatore Accardo, Uto Ughi, Viktoria Mullova, Pierre Amoyal e altri. Ha inoltre collaborato, sul fronte della musica contemporanea, con diversi compositori: Luciano Berio, Pierre Boulez, Bruno Maderna, Karlheinz Stockhausen, Luigi Nono, Sylvano Bussotti. Come solista si è esibito con la filarmonica della Scala, con i Berliner Philharmoniker, con la New York Philharmonic sotto la direzione di Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Riccardo Muti e Wolfgang Sawallisch.

Mirco Ceci è il vincitore del primo premio al XXIV Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia” (2007). Nato a Bari nel 1988, ha iniziato lo studio del pianoforte a 8 anni sotto la guida del padre Luigi. Nel 2006 si è diplomato al Conservatorio della sua città con il massimo dei voti, la lode e menzione speciale sotto la guida di Emanuele Arciuli. Mirco Ceci, che ha vinto numerosi premi nazionali e internazionali, sta studiando all’Accademia di Imola con Leonid Margarius e segue le lezioni di Louis Lortie, Micle Dalberto e Riccardo Risaliti. Dopo l’affermazione al “Premio Venezia”, il giovane pianista pugliese è stato invitato in sedi prestigiose: Bologna Festival, Teatro La Fenice di Venezia, Auditorium Pollini di Padova, Festival di Portogruaro, Expo di Saragozza.

Il Trio Operacento è nato nel 2008 dalla collaborazione di tre docenti (di violino, violoncello e pianoforte) della Scuola di Musica della Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro. Il Trio si è formato sotto la guida del violoncellista parmigiano Enrico Bronzi e ha svolto una vivace attività concertistica basata sulla continuità dell’impegno cameristico. Il Trio Operacento, costituito da Silvia Mazzon (violino), Antonino Puliafito (violoncello) e Francesca Sperandeo (pianoforte), ha vinto diversi concorsi internazionali ed è stato selezionato dal Trio di Trieste per un progetto di concerti e una registrazione live per la Rai di musiche contemporanee. Attualmente i componenti del Trio frequentano i corsi di alto perfezionamento tenuti dal Trio di Parma a Duino.

L’Orchestra da camera “I Musici di Vivaldi”, di cui fanno capo alcuni tra i più affermati strumentisti italiani, collabora attivamente da tempo con il flautista catalano Claudi Arimany, considerato uno dei massimi solisti spagnoli. Arimany ha suonato con la English Chamber Orchestra, con i Virtuosi di New York, con l’Orchestra Franz Liszt di Budapest, con la Israel Sinfonitetta, con la Stuttgarter Kammeorchester, con la Prague Chamber Orchestra, con i Virtuosi Italiani, con la Filarmonica Ceca e con altri importanti complessi cameristici internazionali. Arimany si è esibito in tutta Europa e in Russia, Usa, Canada, Medio Oriente, Giappone. Ha suonato nelle maggiori sale da concerto del mondo, dalla Carnegie Hall di New York al Palau de la Musica di Barcellona, dall’Auditorio Nacional di Madrid al Rudolfinum di Praga, dalla Sala Čaikovskij di Mosca alla Salle Pleyel di Parigi, dalla Suntory Hall di Tokyo alla Chicago Symphony Hall. Significativa l’attività discografica per Sony, Novalis, Delos. Considerato dal grande Jean Paul Rampal uno dei migliori flautisti della sua generazione, Claudi Arimany ha condiviso con Rampal stesso i più importanti palcoscenici del mondo. In concerto, Arimany utilizza il famoso flauto d’oro appartenuto al Maestro Rampal.

Lo Stuttgarter Gitarrenduo è formato da Julia Haechler e Christian Zielinski, vincitori di numerosi premi internazionali. Il duo si è costituito nel 2006 ed entrambi si sono esibiti come solisti in Cina, Corea, America Latina, Polonia, Portogallo, ecc. Nel 2007, a seguito del successo ottenuto presso la Yehudi Menuhin Society nell’ambito di “Live Musica Now”, sono stati ingaggiati per numerosi concerti promossi da quella stessa istituzione. Nel 2008 hanno ottenuto il 1° Premio alla selezione Giovani Concertisti del Festival Internazionale di Chitarra “N. Paganini”. Haechler e Zielinski insegnano chitarra al Conservatorio di Böblingen.
 

BIGLIETTI E ABBONAMENTI

Biglietti:
Intero euro 8
Ridotto euro 7 (Università di Parma, Conservatorio “A. Boito”, Ladimus, Mobility Card, Under 18, Over 60).
I biglietti saranno in vendita la sera stessa del concerto a partire dalle ore 20.
Non si effettuano prenotazioni.

Abbonamenti:
Abbonamento unico euro 30, in vendita da giovedì 18 giugno alla Reception della Casa della Musica.

Gli abbonati alla stagione invernale de “I concerti della Casa della Musica” 2008-2009 e alla rassegna estiva “I concerti sotto le stelle della Casa della Musica” 2008 potranno esercitare il diritto di prelazione nei giorni 16 e 17 giugno.


INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA

Casa della Musica
Piazzale San Francesco 1 – Parma
Tel. 0521 031170
Email:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
www.lacasadellamusica.it

Solares Fondazione delle Arti
 Tel. 0521 992044
Email:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
www.solaresonline.it

 
 
   
     

 
Fondazione CariParma Fondazione Monte di Parma
© 2017 Casa della Musica
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.