Il Voltapagine #44– speciale Opera_Il palcoscenico della società

Consigli a cura della Biblioteca Mediateca di Casa della Musica

Voltapagine44

Ancora per alcune settimane il Voltapagine sarà dedicato alla mostra Opera: il palcoscenico della società, inaugurata a Parma, Palazzo del Governatore, il 19 settembre 2021 e visitabile fino al 13 gennaio 2022. 

La mostra, con oltre 514 pezzi esposti tra quadri, volumi antichi, stampe, fotografie, documenti e costumi, indaga il rapporto tra opera lirica e società, toccando temi come la censura, la protesta politica, i regimi, lo stare all’opera, il gesto scenico, la figura femminile... 

Ogni settimana proporremo libri, cd, dvd, per approfondire una delle sezioni della mostra. 

I materiali sono disponibili per il prestito e potranno esser prenotati telefonicamente al numero 0521.031174, negli orari di apertura al pubblico, oppure scrivendo all'indirizzo biblioteca@lacasadellamusica.it 

 

L’Opera è donna

Durante secoli della storia umana in cui il ruolo sociale della figura femminile era ancora limitato, sul palcoscenico operistico invece la donna era sovrana.

“Prima donna” era sinonimo di protagonista assoluta dello spettacolo, e spesso era solo per questo posizionata in testa all’elenco degli interpreti, indipendentemente dall’importanza del personaggio.

Innamorata, abbandonata, impazzita, tradita, vendicatrice, astuta, sentimentale, imperiosa, supplice, il personaggio femminile era quello che meglio attirava su di sé tutte le passioni del melodramma, e anzi, spesso le donne a lungo hanno anche ricoperto ruoli di giovani uomini per sottolinearne la voce ancora efebica, insomma le donne sono sempre state al centro dell’opera.

A fine Seicento il divismo per i cantanti del melodramma ha coinvolto prima di tutto le donne e poi i castrati, lasciando a tenori e bassi passioni di pubblico secondarie. Il fenomeno è proseguito per due secoli, con le varie Faustina Bordoni, Maria Malibran, Isabella Colbran, Giulia Grisi, Adelina Patti, oggetto di scene di divismo non diverse da quelle che più tardi verranno portate all’assedio della Callas o della Tebaldi.

 

Le nostre proposte:

- Mille e una Callas: voci e studi

a cura di Luca Aversano e Jacopo Pellegrini

- Renata Tebaldi: la voce d'angelo

di Carlamaria Casanova

- Maria Callas

di Camilla Cederna

- Malibran: storia e leggenda, canto e belcanto nel primo Ottocento italiano

a cura di Piero Mioli

- Folli, sonnambule, sartine: la voce femminile nell'Ottocento italiano

di Simonetta Chiappini

- Renata Tebaldi: profonda ed infinita (DVD)

testo di Lorenzo Arruga

- Maria Callas, la divina (DVD)

regia di Tony Palmer 

- Montserrat Caballé and Marilyn Horne: two gala concerts. Evviva belcanto & le grande primadonne (DVD)

direttore d’orchestra Nicola Rescigno

- Maria Callas. Grandi Voci alla Scala (CD)

registrazioni originali del 1949, 1952, 1953, 1954, 1955, 1957 

 

E per i bambini:

- Calla: la voce di Mary. La storia di una star del bel canto

di Luciana Dallari

Video